Follow Us on

Come imparare a utilizzare al meglio la voce

La voce è un dono speciale, uno strumento importante attraverso il quale ciascuno di noi comunica ed esprime ogni giorno un ampio ventaglio di emozioni, come la gioia o la tristezza, l’entusiasmo oppure la noia. La voce è lo specchio dei nostri sentimenti e dà forma ogni volta ai nostri pensieri e ai nostri stati d’animo, traducendoli con i suoi strumenti, come l’altezza o il timbro, particolari e unici per ogni persona.

Ogni voce è bella a modo suo, sebbene esistano delle caratteristiche oggettivamente valide che classificano la voce bella per eccellenza quando è morbida, calda, profonda.

Prendersi cura della propria voce, per mantenerla “sana” e per sfruttarla al massimo delle sue potenzialità, è un lavoro che va svolto quotidianamente e con dedizione, perché il rischio di rovinarla con poco è più frequente di quanto non si pensi.

Immaginate infatti quante volte, durante una lite, le persone utilizzano la voce come mezzo per sfogare il proprio disappunto o la propria rabbia, inveendo contro l’altro, “alzando i toni”; oppure durante un concerto, o una partita allo stadio, quando ci lasciamo trasportare dall’euforia del momento cantando le nostre canzoni preferite “a squarciagola” oppure facendo il tifo per la squadra del cuore, con l’intenzione di trasmettere tutta la nostra forza ed energia gridandola al campo, per infondere coraggio e motivazione nei giocatori che si contendono la vittoria.

Anche cantare senza una tecnica adeguata può compromettere l’utilizzo corretto e la salute della propria voce.

Per imparare a gestire la propria voce al meglio il primo passo da compiere parte dalla respirazione: una respirazione corretta, infatti, apre la porte all’uso di una buona tecnica vocale e quindi all’“educazione” delle corde vocali. Un esercizio utile ma tutt’altro che semplice, in cui entra in ballo anche la postura del corpo, è ad esempio la tensione del collo: allineando verticalmente testa, collo e spalle, infatti, si ottiene il giusto atteggiamento per ottenere il massimo dalla nostra voce. È la cosiddetta “respirazione diaframmatica”, quella che adottiamo naturalmente quando ad esempio siamo distesi a letto. Per rinforzare invece la voce rendendola più intensa, è importante imparare a controllare la cassa di risonanza, ovvero la faringe, la cavità orale ma anche quella nasale e paranasale. In questo modo gestiremo anche il modo in cui la nostra voce viene udita dagli altri.

Posted by adminfon / Posted on 13 Gen
  • Post Comments 0